Eventi di Formazione

Nel corso del progetto sono stati organizzati diversi eventi di formazione per consentire la diffusione di informazioni, conoscenze e best practices tra i paesi partner.

Nel quarto mese del progetto, 11 partecipanti hanno preso parte ad un evento di formazione congiunta a breve termine di 5 giorni in Romania-Craiova (5 giorni escluso il viaggio). In questi 5 giorni abbiamo visitato: le residenze per gli anziani, Associazione Vasiliada (uno dei partner associati) e Caminul pentru persoane Varstnice Craiova (la residenza per gli anziani del nostro partner). Ci sono state attività al coperto e all’aperto, compresi gruppi di lavoro che utilizzavano formatori del campo.
La formazione è stata focalizzata su:

  1. Terapie innovative per gli anziani: dance therapy-formazione tenuta da una professoressa associata universitaria della facoltà di Educazione Fisica, Ms. Germina Cosma, che ha facilitato una sessione interattiva di danza e movimenti semplici, adattata a persone che non hanno più una buona capacità motoria);
  2. occupational therapy- art therapy tenuta dalla professoressa di arte Alexandra Cleoant- la quale ha più di 20 anni di esperienza;
  3. Metodi per combattere la depressione sia degli anziani che dei badanti (tenuta da uno psicologo della CPCV), volontariato ed altre attività creative ispirate da centri di assistenza diurna (creati per lavoratori autonomi e semi-autonomi persone anziane)-tenute dall’assistente sociale Erica Keller e altri assistenti sociali della Asociatia Vasiliada-la ONG con il maggior numero di servizi sociali accreditati nella regione di Oltenia;
  4. Assistenza sanitaria per gli anziani con Demenza (dr. Laurenia Panduru, dalla CPVC, che ha fornito molti esempi pratici riguardanti la sua esperienza come professionista nel campo);
  5. Metodi interattivi per la formazione che include partecipanti anziani (psih. Veronica Simion-che lavora sia con teenager della CJRAE e anche con adulti come formatrice HR Manager in molte compagnie);

Gli specialisti che hanno partecipato alla formazione erano psicologi, assistenti sociali, istruttori sportivi, insegnanti. L’ultimo giorno è stata organizzata un’ esposizione, in modo da ripetere ciò che è stato appreso e riflettere sulle metodologie pratiche per usare le nuove informazioni acquisite.

Nel settimo mese di attuazione, nell'aprile 2019, 16 partecipanti hanno preso parte ad un evento di formazione congiunta a breve termine di 5 giorni a Barcellona, Spagna (per 5 giorni senza il viaggio). I temi della formazione erano, come segue: attività di integrazione sociale per gli anziani, vale a dire, come fornire agli operatori del l'assistenza sociale e ai formatori conoscenze e strumenti per consentire agli anziani di rimanere attivi, dinamici, fisicamente e mentalmente energici. In 5 giorni, Demà ha organizzato una serie di attività diverse, che ha visto visite sul campo, dibattiti, gruppi di lavoro, formazione, scambio di buone pratiche dei migliori fornitori nel settore anziani. I centri che abbiamo visitato sono: Fundacio Salarich Cardener (che gestisce una residenza a Bagà), Residence Santa Olivia (in Olesa de Montserrat), Center of Santa Eulalia e il Elderly Daily Centre di Santa Eulàlia. Abbiamo avuto l'opportunità di conoscere – nuove attrezzature di assistenza nel trasporto di anziani, terapia con animali da compagnia o nuove idee per incoraggiare l'autonomia scegliendo il proprio design, mobili ecc. (in residenza Baga); livello di coinvolgimento della comunità (mescolando attività dei bambini con gli anziani), livello di coinvolgimento delle risorse umane attraverso gli stage – studenti stranieri (Elderly Daily Centre di Santa Eulàlia) ecc. Abbiamo anche incontrato agenzie di formazione professionale nelle autorità di assistenza sociale e formazione come ACRA (Associació Catalana de Recursos Assistencials), nel corso di questa visita abbiamo trovato rilevante la proattività di questa associazione che ha fornito formazione per oltre 300 istituzioni pubbliche e private in Spagna. Abbiamo anche visitato la Fundació Pasqual Maragall: centro per la ricerca sul morbo di Alzheimer e le aule per la formazione permanente per gli anziani della Catalogna, entrambi esempi di buone pratiche per la ricerca scientifica e di modi innovativi per coinvolgere la comunità (in termini di sostegno finanziario e di volontariato come soggetti dei progetti di ricerca di prevenzione e diagnosi). Abbiamo anche scoperto i programmi Gestimul, Gesguard e Orienta programmi – un grande programma per la prevenzione della diminuzione della funzione cognitiva tra gli anziani autonomi. Sono state svolte attività all'interno e all'esterno, tra cui gruppi di lavoro e altre iniziative volte a rendere l'apprendimento più attrattivo ed efficace. Le attività sono state svolte anche con la terapia teatrale eseguita con un gruppo di lavoro dove sono stati coinvolti attori, formatori e anziani. I formatori facevano parte di DEMA, altri provenienti dalla sua rete, specializzata nella progettazione didattica, professionisti dell'assistenza sociale o responsabili della formazione (e.g, Josep de Martí: Parlare dei Servizi Sociali della Catalogna, Jofre Fuguet: Parlare del programma Gestimul ecc). Inoltre, gli enti sono stati presentati, ad esempio, durante la presentazione fatta da Maria Angeles Sariñena, Consigliere per gli Anziani del Consiglio Comunale di L’Hospitalet de Llobregat, seguita da numerose visite a diversi Centri Anziani (si chiama Casals). I partecipanti hanno avuto l'opportunità di notare l'alto grado di autonomia di Casals, che ha funzionato come ONG supportato da consigli locali per quanto riguarda la logistica (spazio, attrezzature) mentre il flusso delle attività, la raccolta di fondi, l'amministrazione quotidiana erano sotto la responsabilità degli anziani stessi che erano membri di queste Casals. I partecipanti sono stati in grado di imparare una vasta gamma di idee e metodi di lavoro, che sono meno rappresentati in paesi come la Romania e Bulgaria, almeno in questo momento.

Nel luglio 2019, 15 partecipanti hanno preso parte ad un evento di formazione congiunta del personale di 5 giorni a Rende (5 giorni senza viaggio). I partecipanti hanno rappresentato le organizzazioni partner, come segue: 4 partecipanti dalla Global Help-Romania Association, 5 partecipanti da DEMA-Spagna, 4 partecipanti da Home Hope Ltd-BG, 2 dalla Casa per Anziani da Craiova-Romania. Le prime giornate sono state dedicate alla formazione sull'uso degli strumenti ITC nell'apprendimento nel campo dell'assistenza sociale, come sostenere l'assistente sociale ad utilizzare ITC e per facilitare l'uso di dispositivi specifici per gli anziani, per migliorare la loro condizione. In particolare, gli argomenti di formazione trattati sono stati: buone pratiche per creare un corso di e-learning: piattaforma STET e altri esempi, come realizzare un corso di e-learning, Come creare oggetti di apprendimento multimediale, Gamification: un nuovo approccio coinvolgente, metodi di gamification Workshop. I formatori facevano parte di Euroform, specializzati nell'apprendimento on-line, nelle comunità di pratica virtuale e professionisti del settore.
Le altre giornate sono state dedicate alle visite alle organizzazioni interessate che realizzano attività / progetti nel campo della cura degli anziani.
Terra di Piero è l'associazione di Cosenza che ha ideato un progetto dal nome "Parco dei Nonni", pensando sempre ai più piccoli, ma questa volta coinvolgendo anche i nonni. Il parco dei nonni sarà creato per coniugare l'affetto tra nonno e nipote, ma anche per fornire un luogo accogliente e sano a chi, nonostante la vecchiaia, si sente e opera ancora nella sfera sociale. Su questa base, la volontà dell'associazione di Cosenza è quella di creare un luogo a loro dedicato.
Un altro centro visitato è stata la Villa San Carlo, casa di riposo che è stata creata con l'intenzione di fornire il meglio nel settore della cura e assistenza per gli anziani. Una struttura moderna e completa di tutti i servizi per promuovere e migliorare il modello di soggiorno per gli anziani. Anni di esperienza in questa zona permettono a Villa San Carlo di offrire ai propri pazienti soggiorni in camere complete con tutti i servizi dell'hotel. La struttura dispone di personale adeguato per assistere gli ospiti ogni giorno attraverso giochi, terapie, assistenza e monitoraggio continuo.

Nel mese di ottobre 2019, il team ha organizzato una mobilità durante i 6 giorni per le associazioni dalla regione di Craiova e Oltenia.
I 5 partecipanti provenivano da DEMA-Spagna (3 persone) e da Home Hope Ltd-bg (2 persone). La mobilità è iniziata con una visita al Caminul pentru persoane varstnice (CPCV), che è partner del progetto e dove i partecipanti hanno potuto prendere parte a metodi di organizzazione del tempo libero degli anziani.
Al Centro sociale di emergenza per i senzatetto "Sfântul Vasile" Craiova - i partecipanti imparato metodi di integrazione nella società degli anziani.
Un altro centro visitato è stato il Centro di Assistenza Sociale per Anziani "Magnolia" Tg. Jiu, che utilizza metodi integrati di servizi sociali per gli anziani, svolgendo attività nel centro di socializzazione, ma anche a domicilio. Visitata anche la casa per anziani a Râmnicu Vâlcea, dove i partecipanti hanno incontrato gli specialisti della casa in attività socio-ricreative utilizzando metodi e tecniche di terapia cognitiva. Al CPCV-Home per Anziani Craiova i partecipanti hanno studiato tecniche di alimentazione e igiene degli anziani.

Nel novembre 2019, il team ha organizzato una mobilità che ha ombinato la formazione virtuale con 6 giorni di mobilità fisica per le organizzazioni. I 12 partecipanti alla mobilità provenivano dalle organizzazioni partner come segue: 4 da Global Help-RO, 6 da CPVC (Craiova Elderly Home) -Ro e 2 da Home Hope Ltd-bg. Tutta la mobilità è stata organizzata in A Corunia, dove le organizzazioni / istituzioni visitate sono pertinenti alle fase in questione. Così, i partecipanti hanno preso parte ad attività di apprendimento da parte di organizzazioni nel campo della cura degli anziani, dove hanno imparato: il comportamento dei dipendenti che lavorano con gli anziani, il programma quotidiano, le regole interne.
Durante l'incontro con il Servizio di Assistenza Sociale di Oleiros, i partecipanti hanno visto come è organizzato il sistema e hanno preso parte alle procedure eseguite sulla cura della persona anziana a casa (procedure di igiene del corpo, alimentazione della persona anziana con disabilità, la somministrazione di farmaci). F. Presso i centri residenziali Domus Vi e presso la Residencia Asistida de Oleiros Xunta de Galicia, i partecipanti hanno ricevuto informazioni sul modo concreto in cui vengono organizzati vari tipi di servizi. Ciascun coordinatore di servizi ha condiviso la sua esperienza e si sono moltiplicate discussioni comparative con coloro che hanno partecipato a servizi analoghi nei paesi partecipanti. Questo tipo di lavoro è stato considerato estremamente costruttivo e ha portato a un miglioramento della prospettiva di entrambe le parti. Inoltre, tutti abbiamo partecipato a varie attività di svago del gruppo di beneficiari. Al Mimos Day Center e al Oleiros Day Center, i partecipanti hanno preso parte alla socializzazione, al reinserimento sociale, alle attività educative, psicosociali: consulenza e sostegno, comunicazione, trasporto degli anziani.
Considerando che i partecipanti a questa mobilità erano specialisti nel campo sociale, e soprattutto nella cura degli anziani, è stato estremamente utile partecipare alle attività preparate dal partner DEMA.

Nel mese di febbraio 2020, n.8 partecipanti hanno preso parte all’evento evento di formazione della durata di 6 giorni che si è tenuto a Sofia, in Bulgaria. Tutti i partner del progetto sono stato rappresentati da uno o più partecipanti. La formazione ha avuto lo scopo di aiutare gli studenti della FP impegnati in percorsi formativi su temi inerenti il progetto, ad integrarsi meglio nel mercato del lavoro, familiarizzando con i programmi delle organizzazioni che sostengono e si prendono cura della vita sociale delle persone anziane in Bulgaria. La formazione ha visto come argomento principale le attività di integrazione sociale per gli anziani; in particolare è stato visto come fornire agli operatori e agli assistenti le conoscenze e gli strumenti adatti per consentire agli anziani di mantenersi attivi e dinamici, fisicamente e mentalmente. Durante questi 6 giorni, il partner bulgaro Home Hope ha organizzato diverse attività: visite, dibattiti, lavoro di gruppo, corsi di formazione, scambio di buone pratiche nel settore. È stata organizzata una visita di studio presso la casa di cura privata "Nadejda" che ha due sedi, nella Boyina e nella Malinova dolina e che ha organizzato una conferenza sulle realtà di assistenza agli anziani in Bulgaria. Sono state effettuate anche delle visite culturali, come la visita alla chiesa di Boyan (patrimonio mondiale dell'UNESCO) e al Bulgarian Historical Museum.
Presso il Winter Palace, il gruppo ha avuto l'opportunità di prendere parte alla lezione di Zumba, danza e attività motorie specifiche per anziani, e ad un workshop motorio per anziani. C’è stato inoltre un incontro MVJ Sport, realtà che organizza attività sportive specialmente per persone anziane.
E’ stata poi organizzata una visita presso la Nadezhda Public House for the Elderly, un fornitore di servizi sociali non solo per gli anziani ma anche per le pazienti affetti da demenza. E’ stata presentata l'organizzazione e le procedure per il collocamento degli anziani, i programmi e le attività sociali organizzate nelle case di cura pubbliche.
E’ stato inoltre visitato il "Chitalishte Iskra" - Centro comunitario, che ha permesso di conoscere le attività di tali istituzioni, il l lavoro e il ruolo che assumono nella vita sociale degli anziani, i programmi sociali e le attività a cui partecipano e che realizzano.
Si è tenuto un incontro con il viceministro del lavoro e delle politiche sociali (presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali) per la presentazione di progetti e programmi futuri, riforme e modifiche da apportare alla legge sull'assistenza sociale entro fine anno. C’è stata l'opportunità di confrontarsi nel campo del lavoro sociale, pensando a possibili collaborazioni e progetti futuri in cui essere reciprocamente utili.
E’ stata organizzata una visita presso l’Università di Sofia, dove insegnanti e professori hanno presentato il curriculum degli studenti, le loro attività pratiche e teoriche, le materie etc.
Si è inoltre svolta la visita di una struttura pubblica dedicata a persone con problemi cognitivi, in particolare non vedenti.
Queste giornate di formazione hanno permesso ai partecipanti di raccogliere e discutere sulle buone prassi con cui sono entrati in contatto, riassumendo e analizzando le utili informazioni a cui hanno potuto avere accesso durante questo breve soggiorno.